CasoriaToday

Vita al di là della terra? Nel napoletano un uomo dice sì

Stava lavorando quando ha visto due sfere di fuoco vagare nel cielo. Le prove di una vita al di là dell'universo sono visibili nei pressi dello stadio di di Crispano

Kundera scriveva: "Irena andò alla finestra per assaporare, nella calma ritrovata, la libertà della solitudine". Ma, in realtà, questa Irena, era davvero sola?
L'uomo, alzando lo sguardo verso il cielo, forse ha capito che tanto solo infondo non è. Infatti da anni sono numerosi gli avvistamenti di ufo, extraterrestri e chi ne ha più ne metta.
E allora, siamo soli nell'universo oppure no? E a Napoli? Questo quesito ha fasciato la testa di molti studiosi, senza trovare risposta.

Tra i diversi avvistamenti, l'ultimo ieri sera quando un uomo di 42 anni, nel napoletano, dice di aver visto due grosse sfere rosse che si divertivano a vagare nell'universo, ingannando noi umani sulle teorie circa la solitudine dell'uomo nello spazio. Nei pressi dello stadio di Crispano, poi, le prove: sono stati trovati dei cerchi concentrici a terra e tracce di schiacciamento dell'erba.
La notizia ha fatto il giro del paese, e così gli abitanti si sono riuniti nella zona, dove sono stati scoperti i "reperti" sugli avvistamenti, che ora è stata transennata dai carabinieri e dalla polizia municipale. Il protagonista di questo giallo è un operatore ecologico che mentre svolgeva il suo lavoro, come ogni sera, improvvisamente ha capito che una vita al di là del mondo esiste.

Non è il primo e forse non sarà neanche l'ultimo avvistamento, in fondo fa sempre piacere venirsi a fare un giro su questa terra paradisiaca che noi uomini peccatori ci siamo meritati.
Intanto gli scienziati si scapicollano per capire la verità. Il Dr. Richard J.Boylan ha dedicato molto del suo tempo alla ricerca su casi di avvistamenti di ufo, tanto che ne ha scritto anche un libro intitolato "Incontri ravvicinati tra uomini ed extraterrestri".
Per non parlare poi degli Stati Uniti, che hanno dato alla questione rilevante importanza, tanto da creare perfino un gadget in grado di rilevare la presenza di ufo nello spazio.

Per ora le ricerche non giungono ancora ad una conclusione. E mentre Schopenhauer si rigira nella tomba, vedendo confutate le sue teorie su "Alla fine tutti quanti siamo e restiamo soli", noi attendiamo nuovi riscontri alla vicenda.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Prove d'evacuazione dei Campi Flegrei, un milione di telefoni squilleranno in contemporanea

  • Eruzione Campi Flegrei, simulata l'evacuazione anche a Napoli

  • Allerta meteo su Napoli, parchi cittadini chiusi il 16 ottobre

  • Volo Napoli-Torino, atterraggio d'emergenza a Genova

  • Temporali in arrivo su Napoli e Campania: allerta meteo della Protezione Civile

  • La migliore pizza fritta del mondo è di Melito: per celebrare il titolo pizze gratis per tutti

Torna su
NapoliToday è in caricamento