CasoriaToday

Ladri in agguato nei supermarket: rubano le buste della spesa

L'allarme lanciato dalla segreteria provinciale del sindacato di polizia Pnfi. Tra Casoria, Casalnuovo e Pomigliano sono in aumento gli episodi legati al fenomeno della microcriminalità

Spesa

L'allarme arriva dalla segreteria provinciale del sindacato di polizia Pnfi (Polizia Nuova Forza Indipendente), diretta da Marco Russo: "In provincia, nelle aree comprese tra Casoria, Casalnuovo e Pomigliano, sono in netto aumento gli episodi legati al fenomeno della microcriminalità. Preoccupante la presenza di una banda che si apposta nei pressi dei grandi supermercati per derubare le famiglie dalla spesa di generi alimentari appena acquistata".

Cosa accade? Come spiega Nicoletta Romano del Mattino, i ladri, in sosta nei pressi dei grandi supermercati presenti sul territorio, approfittano di momenti di distrazione e delle ulteriori soste dei clienti per portar via dai sediolini delle auto le buste della spesa cariche dei generi alimentari appena acquistati. Un fenomeno, quello dei furti di beni di prima necessità, che può essere direttamente collegato al carovita e al continuo innalzamento del tasso di disoccupazione: un clima di precarietà che colpisce non solo i nuclei familiari, ma anche gli adulti appartenenti alle nuove generazioni.

Di pari passo con l’aumento dei furti di generi alimentari, cresce anche il numero degli scippi di catenine ed oggetti d’oro che possono essere rivenduti facilmente presso i numerosi negozi "Compro oro" presenti in città.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un Posto al Sole cambia orario: l'annuncio

  • Lutto nella moda, scompare la signora Di Fiore Settanni: era emblema dello stile caprese

  • Lutto in casa Napoli: si è spento Mistone, terzino in azzurro negli anni '50 e '60

  • Cosa ci fa una cuccia al centro di Piazza Garibaldi? La risposta

  • Lutto al Cardarelli, si è spento noto anestesista

  • Otto multe in due mesi: "Con quei soldi avrei comprato latte e biscotti a mia figlia"

Torna su
NapoliToday è in caricamento