CasoriaToday

Casoria senza acqua: guasto alla condotta idrica di Marcianise

Il Comune ha fatto richiesta alla Prefettura di una autobotte che fornirà acqua a strutture sanitarie, scuole e cittadini. L'intervento di riparazione dovrebbe terminare nel tardo pomeriggio di oggi

Rubinetto

Nella tarda serata di ieri il Comune di Casoria è stato informato dell’improvvisa rottura della condotta idrica principale che serve la città, avvenuta in località Marcianise all’altezza della SS 87, la quale ha provocato la pressoché immediata interruzione della fornitura idrica sul territorio.

In serata è stata contattata la sala operativa della Protezione Civile della Regione Campania ed il funzionario di turno presso la Prefettura. E’ stato attivato un by-pass dalla condotta idrica Arin di Napoli che ha garantito l’acqua nella frazione Arpino ed ai primi piani di Casoria.

In data odierna il by-pass è ancora attivo e secondo le informazioni in nostro possesso, nel momento in cui scriviamo, la fornitura idrica è attiva ad Arpino, compresa la località Cittadella, e presso i pian terreni di Casoria ed in qualche zona anche ai primi piani, sia pure in misura ridotta.

Il Comune ha fatto richiesta alla Prefettura di una autobotte, messa a disposizione dai Vigili del Fuoco di Napoli, che fornirà acqua nell’ordine a: strutture sanitarie, scuole e cittadini.

L’intervento di riparazione sulla condotta di Marcianise è tutt’ora in corso e dovrebbe terminare nel tardo pomeriggio di oggi, tanto da prevedere il ritorno alla normalità entro la nottata di oggi, mercoledì 26 settembre 2012.

AGGIORNAMENTI - È stato garantito il flusso idrico nei comuni di Casoria, Mugnano, Pozzuoli, Qualiano, Giugliano, Parete e Castelvolturno, interessati da ieri sera da una interruzione del servizio a causa della apertura di una falla in una condotta idrica della grande adduzione regionale, la 1350 di Marcianise. Lo rende noto l'assessorato all'Ambiente della Regione Campania.
Gli interventi tecnici eseguiti durante la notte dal personale del settore Ciclo integrato delle acque, sottolinea una nota della Regione, hanno reso possibile ridurre al minimo la crisi idrica: l'utilizzo di bypass già esistenti ha consentito di creare collegamenti provvisori tra altre condotte regionali e di servire ugualmente i comuni interessati. Eventuali disagi sono attualmente dovuti alla minor pressione dell'acqua e non alla interruzione a monte. L'intervento di riparazione della condotta si presenta particolarmente complesso per la difficoltà dei tecnici a raggiungere il punto di rottura a causa dell'acqua ancora presente nella condotta.
 

 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Prove d'evacuazione dei Campi Flegrei, un milione di telefoni squilleranno in contemporanea

  • Otto multe in due mesi: "Con quei soldi avrei comprato latte e biscotti a mia figlia"

  • Allerta meteo su Napoli, parchi cittadini chiusi il 16 ottobre

  • Volo Napoli-Torino, atterraggio d'emergenza a Genova

  • Lutto al Cardarelli, si è spento noto anestesista

  • Temporali in arrivo su Napoli e Campania: allerta meteo della Protezione Civile

Torna su
NapoliToday è in caricamento